Una devozione che continua

Pin It

Alla morte di padre Leopoldo la stampa, commentando il rito dei funerali, celebrati il 1° agosto 1942, scrisse: «Ora che Padova ha perduto la sua umile, quasi invisibile guida, un grande vuoto si è aperto in mezzo a noi... Il sospiro che sale dal cuore, le lacrime che inumidiscono oggi tanti occhi documentano le pure gioie che riversò e rinnovò senza tregua negli animi». E un cronista annotava ancora: «Lo spettacolo di affettuoso rimpianto, che si spiega oggi intorno al feretro, è solenne proclamazione, è l'apoteosi più alta del ministero divino della confessione».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

  Accetto cookies da questo sito.
Cookie Information
SAN LEOPOLDO “PATRONO DEI MALATI DI TUMORE”

Leopoldo Patrono malati

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE AI VESCOVI ITALIANI. Fin dagli anni ’80 del secolo scorso, molti medici, ammalati e loro familiari hanno espresso il desiderio di poter invocare san Leopoldo per una malattia sempre più diffusa e dolorosa: il tumore. Leggi...