La Chiesa riconosce la santità di padre Leopoldo

La storia attorno a padre Leopoldo aveva già esercitato una potente attrazione, che esplose inaspettatamente proprio ai funerali (1 agosto 1942), nonostante il clima di guerra.

La devozione a padre Leopoldo Mandić si diffuse rapidamente in Italia, nei Paesi slavi balcanici – Slovenia, Croazia, Bosnia-Erzegovina e Montenegro – e in altre parti del mondo. Si susseguirono pellegrinaggi alla sua stanza-confessionale e alla sua tomba. Gli attestati di venerazione e le testimonianze di grazie ricevute furono registrate dal periodico Bollettino francescano, divenuto più tardi Portavoce di san Leopoldo Mandić.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

  Accetto cookies da questo sito.
Cookie Information