LA FRATERNITÀ DI PADOVA

I frati Cappuccini di Padova sono conosciuti, in città e provincia, soprattutto come i “frati di san Leopoldo”. Era inevitabile, data la luminosa testimonianza resa dal confessore dalmata e la presenza della tomba e delle sue memorie.

In linea di continuità con il suo carisma, anche oggi i Cappuccini di Padova si dedicano all’accoglienza dei fedeli e dei pellegrini, e al ministero sacerdotale, tramite l’evangelizzazione, il consiglio spirituale e soprattutto l’amministrazione del sacramento della Riconciliazione.

Alcuni frati operano a diretto servizio del santuario di san Leopoldo, per la promozione della devozione al santo e delle opere e iniziative del suo santuario:

  • Guardiano del convento: p. Marco Putin
  • Rettore del santuario: p. Flaviano Giovanni Gusella
  • Servizio di accoglienza dei pellegrini: p. Roberto Mocellin, p. Andrea Scortegagna, f. Ado Baruffa
  • Direzione della rivista Portavoce di san Leopoldo Mandic e delle Edizioni San Leopoldo: p. Giovanni Lazzara
  • Confessioni: pp. Dario Caron, Sempliciano De Paoli, Carlo Roccati, Deodato M. Zotti
  • Sacristi: f. Ado Baruffa, f. Tiziano Squizzato

Altri frati del convento di Padova si dedicano a servizi pastorali o caritativi:

  • assistenza dell’Ordine Francescano Secolare (Ofs) e della Gioventù Francescana (Gifra)
  • Centro missionario e Museo missionario africano - attività caritative (Mensa dei poveri, aiuto a bisognosi) e animazione del volontariato (Associazione Amici di San Francesco)
  • servizio pastorale presso istituti religiosi femminili - cappellania al Cimitero Maggiore di Padova - pastorale itinerante con il Cammino Neocatecumenale

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

  Accetto cookies da questo sito.
Cookie Information