Cappuccini nelle terre venete

Pin It

Nel Veneto i frati Cappuccini arrivarono con padre Paolo da Chioggia (+ 1531). Il loro primo Capitolo provinciale si tenne a Schio nel 1537, sotto una "nogara" (noce): 12 frati, come gli apostoli. A Schio si costruì uno dei primi conventi usando "vimini e creta".

Nel 1539, i Cappuccini arrivano a Venezia (Giudecca) presso la chiesetta di Santa Maria degli Angeli, dove si trova tuttora l’attuale Studio teologico “Laurentianum”.

Nel 1575, a Verona, il futuro san Lorenzo da Brindisi vestì l’abito dei Cappuccini. Sul finire del 1500, i Cappuccini veneti oltrepassarono le Alpi e diffusero l’Ordine in Francia, in Baviera, Austria, Dalmazia, Boemia e Ungheria...

Agli inizi del XX secolo, come molti emigranti veneti, andarono pure in Brasile (stati di Paranà e Santa Catarina) e, nel 1948, partirono i primi missionari per l’Angola.

I nostri fratelli migliori sono i santi Lorenzo da Brindisi (+ 1619) e Leopoldo Mandic (+ 1942) e i beati Marco d'Aviano (+1699), Andrea Giacinto Longhin vescovo (+ 1936) e Tommaso da Olera (+ 1631).

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

  Accetto cookies da questo sito.
Cookie Information
SAN LEOPOLDO “PATRONO DEI MALATI DI TUMORE”

Leopoldo Patrono malati

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE AI VESCOVI ITALIANI. Fin dagli anni ’80 del secolo scorso, molti medici, ammalati e loro familiari hanno espresso il desiderio di poter invocare san Leopoldo per una malattia sempre più diffusa e dolorosa: il tumore. Leggi...