Le motivazioni del pellegrinaggio

Pin It

Il pellegrinaggio “consiste nel recarsi individualmente o collettivamente a un santuario o a un luogo particolarmente significativo per la fede, per compiervi speciali atti di devozione, sia a scopo di pietà che a scopo votivo o penitenziale, e per favorire un’esperienza di vita comunitaria, la crescita delle virtù cristiane e una più ampia conoscenza di Chiesa” (Cei, Commissione Episcopale per le migrazioni e il turismo). 

Tale descrizione rivela la natura profonda del pellegrinaggio, con le sue componenti interiori e con i suoi aspetti operativi, che scaturiscono dallo specifico carattere religioso.

Le motivazioni del pellegrinaggio sono principalmente di natura religiosa.

A fondamento del pellegrinaggio sta un'esigenza di ricerca di Dio, di fede, che si esprime in un “movimento” che vuole essere immagine della “conversione”, premessa e preparazione a una esperienza spirituale che culmina nella partecipazione alla vita liturgica.

 

Info generali

Si raccomanda la segnalazione di pellegrinaggi di gruppo, la celebrazione di SS. Messe e le visite guidate. consulta gli orari o scrivici

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

  Accetto cookies da questo sito.
Cookie Information
SAN LEOPOLDO “PATRONO DEI MALATI DI TUMORE”

Leopoldo Patrono malati

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE AI VESCOVI ITALIANI. Fin dagli anni ’80 del secolo scorso, molti medici, ammalati e loro familiari hanno espresso il desiderio di poter invocare san Leopoldo per una malattia sempre più diffusa e dolorosa: il tumore. Leggi...